Giorno del Ricordo 2020, tutte le iniziative

6 Febbraio 2020

Si consolida la collaborazione tra Comune e Comitato di Bologna dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), per promuovere iniziative nella ricorrenza del Giorno del Ricordo, istituito con la legge 30 marzo 2004/92 il 10 febbraio di ogni anno, con l'obiettivo di rinnovare "la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli Istriani, Fiumani e Dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale".

Lunedì 10 febbraio, a Palazzo d'Accursio, alle 10.30, in sala Rossa sono stati premiati i vincitori del concorso riservato agli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado di Bologna e Provincia, in memoria di Anita Preghelli, esule da Pola. Alle 11.30, nella sala del Consiglio comunale, si è tenuta la seduta solenne del Consiglio comunale per celebrare il Giorno del Ricordo. A introdurre la seduta l'intervento del vicepresidente Marco Piazza e il saluto del presidente del Comitato di Bologna dell’ANVGD, Marino Segnan. A seguire poi la relazione dello storico Luciano Monzali, in conclusione l'intervento del sindaco Virginio Merola. Alla seduta erano presenti anche le studentesse e gli studenti delle scuole che hanno partecipato al concorso dell'ANVGD.

Domenica 9 febbraio si sino tenute le cerimonie nei luoghi della memoria presenti in città. Sono state deposte corone di alloro: alle 10 sul primo binario della Stazione centrale, alla lapide che ricorda "il rifiuto della sosta dei treni di Esuli" e alle 11 alla rotonda dedicata ai Martiri delle foibe di via Cristoforo Colombo. Presente il consigliere comunale Claudio Mazzanti. Alle 12 in Piazza Nettuno, la Fanfara dei Bersaglieri che ha sfilato poi in via Ugo Bassi dove è stata deposta una corona alla lapide che ricorda i Gruppi di Combattimento dell'Esercito italiano, a rappresentare l'Amministrazione ci sarà l'assessore Davide Conte.
Alle 16.15, la cerimonia ufficiale al giardino dedicato ai "Martiri dell'Istria, Venezia Giulia e Dalmazia" di via Don Sturzo 42 e, successivamente, al teatro San Gioacchino a cui partecipa l'assessore Marco Lombardo. A tutte le cerimonie era presente il Civico Gonfalone.

Si chiuderanno, come di consueto, al quartiere San Donato-San Vitale le celebrazioni per il Giorno del Ricordo. Alle cerimonie interverranno Simone Borsari, presidente del quartiere San Donato-San Vitale e Marino Segnan, presidente del Comitato di Bologna dell’ANVGD. Mercoledì 19 febbraio alle 11, nel giardino dedicato a Norma Cossetto in via Guelfa, sarà deposto un mazzo di fiori in ricordo della martire. Sabato 22 febbraio alle 11, al poliambulatorio Max Ivano Chersich in via Beroaldo 4/2, sarà deposta una corona in ricordo degli esuli giuliani e dalmati e del villaggio che li ospitava.

Inoltre la commissione toponomastica ha dato il via libera all'iter per l'intitolazione di un'area verde in via Codivilla a Carlo Descovich, esule fiumano che negli anni '60 contribuì in maniera determinante a fondare l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Bologna.

Numerose anche le iniziative nella Città metropolitana.