dancER 2019: torna a Bologna e Ravenna la scuola di hip hop per gli adolescenti delle periferie

14 Gennaio 2019

Torna per il secondo anno consecutivo il progetto dancER, che già nel 2018 ha portato nelle scuole e nei centri sociali di Bologna e Ravenna i grandi nomi dell’hip hop per corsi gratuiti dedicati ai ragazzi delle periferie cittadine. Da gennaio a giugno 2019, dancER porterà nel quartiere Navile di Bologna - scuola secondaria di primo grado Salvo D’Acquisto - e a Lido Adriano (CISIM) corsi di hip hop, break dance e street dance tenuti da insegnanti professionisti, con lo scopo di facilitare l’inclusione e promuovere una sana aggregazione dei ragazzi, attraverso un’attività divertente ma anche disciplinata.

Una grande novità di questa seconda edizione è l’inserimento del corso di dancER tra le attività curriculari della scuola primaria Bottego di Bologna che ospiterà le lezioni. dancER è nato da un’idea di Vittoria Cappelli e Gabriella Castelli, è promosso dall’associazione LaborArtis e organizzato da Laboratorio delle Idee con la direzione artistica di Monica Ratti e vuole rispondere all’urgenza individuata dalle amministrazioni nel recente Piano per le Periferie, con l’obiettivo sia di riqualificare spazi sia di avviare progetti dedicati all’inclusione. Dagli anni Settanta, l’hip hop infuoca i cuori e i corpi di milioni di giovani che sempre più provengono da contesti culturali, religiosi e linguistici diversi, e si è confermato un linguaggio universale, in grado di attraversare le differenze e di offrire un terreno comune e imparziale, comprensibile e assimilabile da tutti. Nato nel Bronx, malfamato e povero distretto della Grande Mela, si è diffuso nel mondo e, oggi, le crew più rinomate solcano i palcoscenici più blasonati e possono ambire a riconoscimenti internazionali essendo recentemente stata riconosciuta come disciplina olimpica. 

DancER intende coinvolgere le periferie che risentono maggiormente di fenomeni di emarginazione e di difficoltà d’inclusione giovanile. I corsi sono tenuti dalle due insegnanti residenti Raffaella Siano (Boobi) e Serene Sésé Ballarin, ma sono previste incursioni di grandi nomi della danza che offriranno uno stage speciale ai ragazzi. Gianluca Colonnelli torna a grande richiesta avendo conquistato l’anno scorso tutti i ragazzi con la sua capacità di aggregazione. Tra gli altri, anche Carlos Kamizele, perfomer e coreografo di fama internazionale e
Stefania Palmieri, ballerina professionista e coreografa di “Ballando con le stelle”, e Federica Galimberti, coreografa della Compagnia Hip Hop E.Sperimenti per stimolare i più dotati anche verso un percorso professionale. Federica Galimberti offrirà una borsa di studio per l’esperienza di una settimana in Compagnia. 

All’interno delle scuole saranno allestite vere e proprie sale prove in cui si terranno i corsi differenziati per età e livello dei partecipanti. In più quest’anno dancER, grazie al contributo dell’Amministrazione comunale, regalerà alla scuola Salvo D’Acquisto l’impianto audio per fare lezione.

Il corso è completamente gratuito e non è rivolto solo agli studenti delle scuole interessate, ma a tutti i giovani che vorranno approfittare di questa opportunità. Nel mese di giugno, alla fine del corso, si terrà un vero e proprio spettacolo che vedrà esibirsi sul palco i ragazzi che hanno partecipato alle lezioni a fianco degli insegnanti e dei grandi nomi dell’hip hop che hanno fatto loro visita durante il periodo di studio. In più, durante i sei mesi di prove, i ragazzi potranno anche essere partecipanti attivi della redazione che trasmetterà in diretta le emozioni, la soddisfazione e le impressioni sul progetto, cimentandosi nella scrittura di testi e post che saranno veicolati attraverso i canali social dedicati Facebook e Instagram

Infine, il media-partner di dancER, DanzaSì, attiverà un concorso grazie al quale i bambini e ragazzi iscritti potranno diventare veri giornalisti per un giorno, facendo interviste e scrivendo pezzi di presentazione, critica o recensione: i migliori scritti saranno pubblicati e i primi tre classificati riceveranno un premio in denaro di 100 euro. 

Il progetto ha il patrocinio di Comune di Bologna, Comune di Ravenna ed è a oggi sostenuto da Alfasigma, Fondazione Germano Chincherini, Fondazione del Monte, IMA e Marposs, ha il supporto di Emilbanca e Gruppo Hera e può contare su numerosi sponsor tecnici. Radio Sata, che fornirà l’attrezzatura tecnica audio e luci per lo spettacolo finale, Macron, che vestirà gli allievi con abbigliamento personalizzato e Endas per la copertura assicurativa dei ragazzi. Media partner è la testata specializzata DanzaSì. 

Corso 10-14 anni: venerdì 14.30-16.30 scuola Salvo D’Acquisto (via della Beverara 188 – massimo 50 partecipanti. Inizio lezioni: venerdì 18 gennaio.

Informazioni sui corsi e iscrizioni: Associazione LaborArtis - segreteria@laborartis.org telefono 051.273861