Con 'BO ON, Bologna si accende', entrano nel vivo le feste natalizie

27 Novembre 2014

Con l'accensione del tradizionale albero di Natale in piazza Maggiore e l'accensione delle luminarie del centro della città, "BO ON", l'iniziativa di promozione nazionale dei principali appuntamenti bolognesi dell'autunno-inverno, entra nel vivo. Quest'anno, per la prima volta, l'albero è stato donato dal Comune di Lizzano in Belvedere, in rappresentanza dell'Unione Alto Reno e Unione dei Comuni dell'Appennino bolognese nell'ottica di un progetto di promozione turistica più ampia che guardi anche al territorio dell'Appennino e della montagna. Per creare un'atmosfera magica che rimandi ad un'idea di Natale sobria, ma nello stesso tempo elegante verrà utilizzato un allestimento realizzato con led, che, oltre a fornire un impatto visivo superiore alle tradizionali lampadine, garantirà un abbattimento dei consumi di energia elettrica.

Numerose le iniziative, Io gioco, Tu shopping, il cultural corner per bambini e ragazzi presso la Scuola delle idee Fondazione Golinelli - in piazza Re Enzo (Voltone del Podestà), ritorna a Natale con i suoi laboratori: il 29 novembre, il 6, il 13 e il 20 dicembre dalle 15 alle 18.30. L'accesso a “Io gioco, Tu shopping”, gratuito e senza prenotazione, consente ai bambini di trascorrere alcune ore in uno spazio accogliente a loro dedicato mentre i genitori possono godersi lo shopping natalizio.

Da venerdì 5 a lunedì 8 dicembre, Palazzo Re Enzo ospiterà la nona edizione di Regali a Palazzo, l'appuntamento di Cna Bologna con le proposte natalizie degli artigiani bolognesi dell'alimentare, dell'artistico, della moda e dell'arredamento. 

Il 12 dicembre l'Istituzione Bologna Musei inaugura due importanti mostre: 
Giovanni da Modena. Un pittore all'ombra di San Petronio”, che resterà allestita fino al 12 aprile 2015 al Museo Civico Medievale. Realizzata in collaborazione con la Basilica di San Petronio celebra uno dei maggiori protagonisti della pittura tardogotica in Italia. Si tratta della prima esposizione dedicata a questo artista, autore della decorazione della nota Cappella Bolognini in San Petronio (1411-1412 ca.) che, insieme alle altre testimonianze ancora presenti nella basilica, costituisce un necessario completamento al percorso espositivo. In mostra varie opere del pittore provenienti da musei e collezioni private, tra cui dipinti su tavola, affreschi e miniature.
Al MAMbo  inaugura "Lawrence Carroll. Ghost House", che resterà allestita  fino al 6 aprile 2015 e sarà visitabile il primo gennaio assieme alla collezione del museo. L’artista statunitense di origine australiana è protagonista di una mostra che ne ripercorre il lavoro degli ultimi trent'anni, attraverso una selezione di circa sessanta opere prodotte dalla metà degli anni '80 a oggi, in molti casi mai esposte in precedenza e in altri appositamente realizzate per l'occasione. 

Aperta in tutto il periodo, 1° gennaio compreso, anche la mostra “Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l'aldilà tra capolavori e realtà virtuale” a Palazzo Pepoli - Museo della Storia di Bologna Genus Bononie

Dal 12 al 14 dicembre, sempre Palazzo Re Enzo ospiterà Fruit Exhibition, evento incentrato sulle migliori pubblicazioni di graphic design ed editoria creativa, che presenta pubblicazioni cartacee e digitali indipendenti tra cui libri d’artista, cataloghi, progetti di graphic design, periodici e zines.

Il 13 dicembre, sul Ponte di Galliera, si “accende” “Souvenir d'Italie – Lumières”, l’installazione di Luca Vitone per “ON14|15, Do elephants ever forget?”, progetto di arte contemporanea che invita artisti italiani e internazionali a realizzare opere site specific, azioni e performance in luoghi pubblici della città di Bologna. 

Il 31 dicembre, per la serata di Capodanno, il Comune di Bologna presenta DALLALTO. Lo spettacolo, organizzato da Estragon, avrà inizio alle 22.30  quando si accenderà il balcone di Palazzo d'Accursio per dare il via alla musica di Barry Myers alias dj Scratchy, tourdj dei leggendari Clash e delle tournée mondiali di Iggy Pop, Joe Strummer & The Mescaleros, The Pogues e Gogol Bordello. La sua selezione musicale spazierà dal punk allo ska, passando per il rock, fino a sonorità più elettroniche. Attorno alla mezzanotte, si affacceranno dal balcone gli M+A, la giovane band che quest’anno ha ottenuto un ottimo successo di critica e pubblico a livello internazionale che li ha portati a esibirsi sul main stage del Festival di Glastonbury, uno dei più importanti appuntamenti in Europa per quanto riguarda la musica e le arti performative. Il duo elettronico italiano composto da Michele Ducci e Alessandro Degli Angioli, proporrà uno spettacolo a metà tra il dj-set e il live. 
A mezzanotte, come vuole la tradizione bolognese, si accenderà il rogo del Vecchione, disegnato quest’anno da Andreco, artista attivo in Italia e all’estero. Il Vecchione, opera effimera per definizione, sarà allestito in Piazza Maggiore a fine dicembre e vivrà per pochi giorni prima del rogo che lo brucerà, chiudendo simbolicamente l'anno passato. Come l'anno passato, a fine serata sarà disponibile un servizio navetta che collegherà il centro della città con i principali locali – Cassero, Locomotiv, Estragon, Covo Club, Link - dove sarà possibile continuare i festeggiamenti. 

Ma le occasioni per visitare Bologna durante il periodo natalizio sono ancora numerose e di prestigio: il concerto di Zubin Mehta e l'Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino l'11 dicembre al Paladozza e il concerto di Renzo Arbore e l'Orchestra italiana il 26 dicembre al Teatro Manzoni. “Errare divinum est: il Natale sbagliato con Clelia Sedda” è il curioso appuntamento proposto per sabato 27 dicembre nella Cappella Farnese di Palazzo D'Accursio che anticipa l’edizione 2015 dell’Error Day. 

Per dire addio all’anno vecchio e iniziare quello nuovo il 1° gennaio 2015 si terrà il Concerto di Capodanno con l'Orchestra Senza spine, organizzato da ARCI Bologna e Antoniano con il sostegno del Comune di Bologna alla Montagnola. Il 30 e il 31 dicembre e  poi dal 2 al 4 gennaio, l'Arena del Sole propone l'ultima avventura de Le Théâtre équestre Zingaro di Bartabas, “Golgota” con Andrés Marín, uno dei più talentuosi protagonisti del flamenco moderno . Per gli appassionati del musical, in scena al Paladozza dal 30 dicembre al 1° gennaio“Jesus Christ Superstar”, di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice che vede per la prima volta in Europa  protagonista Ted Neeley, il Gesù "originale" del celebre film di Norman Jewison, lo storico successo cinematografico del 1973.

Il 5 gennaio il Teatro Manzoni ospiterà la Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna diretta dal grande direttore e solista Alexander Lonquich; in programma musiche di Franz Schubert, Ludwig van Beethoven, Antonín Dvořák.

E come sempre, il 6 gennaio, arriva la Befana sotto la Torre per la classica festa, con i film e le attività per i più piccoli proposte da Schermi e Lavagne al Cinema Lumière/Cineteca di Bologna. Come lo scorso anno l'ultimo evento del cartellone BO ON sarà la Befana sotto la Torre organizzata da Cna Bologna insieme all'Associazione Gli Amici di Luca e la Befana in Cineteca.