Comunale Music Village, al via i concerti gratuiti in Piazza Verdi

17 Luglio 2017

Entra nel vivo il programma di Comunale Music Village, la rassegna proposta dal Teatro Comunale di Bologna, nell'ambito di “Best - La cultura si fa spazio” e dal 18 al 25 luglio, riempie di musica Piazza Verdi con sei speciali concerti gratuiti che vedono protagonisti artisti di livello internazionale, provenienti da generi musicali diversi, che si alterneranno sul palco della piazza, al centro della zona universitaria, offrendo spettacoli che spaziano dalla classica al jazz e dalla musica etnica alla canzone d’autore tutti con inizio alle 21.30.

Si parte martedì 18 luglio con il grande pianista russo Alexander Romanovsky, insieme a Mario Stefano Pietrodarchi al bandoneon, Ulrich Breddermann alla tromba e al Quintetto d’archi del TCBO, che propongono pagine celebri come la Rhapsody in Blue di Gershwin, Oblivion, Adios Nonino, Milonga del Angel, La Muerte del Angel e Violentango di Piazzolla e il Concerto per pianoforte, tromba ed archi n. 1 di Šostakovič. Mercoledì 19 è la volta dei rinomati The Swingles Singers – oggi conosciuti semplicemente come The Swingles – provenienti da Londra, vincitori di cinque Grammy e famosi in tutto il mondo per il loro inimitabile “vocalese”, che sono impegnati in un programma intitolato “Folklore”, ispirato dai rituali e dalle melodie conosciute nel loro viaggi attraverso l'Afghanistan, il Portogallo, la Cina e le Filippine.

Giovedì 20 arrivano invece i Têtes de Bois, protagonisti della scena folk rock e della canzone d'autore italiana, che propongono brani dal loro disco "Extra" – dedicato alla poesia in musica e, in particolare, ai versi del poeta anarchico Léo Ferré – con cui la band ha vinto la Targa Tenco migliori interpreti nel 2015. Ideatori del Festival Stradarolo, di Mamme Narranti, del "Palco a pedali" e altri progetti che trasformano spazi non convenzionali in luoghi possibili dell'arte, i Têtes de Bois presentano a Bologna anche le canzoni dedicate alla loro altra grande passione: la bicicletta. Ospite del concerto: il cantautore Peppe Voltarelli. Sabato 22 è invece la volta l'Orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta dal travolgente Wayne Marshall: torna quindi di scena la classica con l'Ouverture dal Pipistrello di Johann Strauss jr., le celebri Danze polovesiane dal Principe Igor di Borodin e la Sinfonia n. 5 di Čajkovskij.

Domenica 23 uno dei concerti più attesi: il grande pianista jazz Omar Sosa – che ha ricevuto sei nomination ai Grammy e due premi dalla BBC Radio3 – e il suo Quarteto AfroCubano per una serata all'insegna dei trascinanti ritmi latini, dal Cha-Cha-Cha al Bolero, arrangiati con le armonie contemporanee e i ritmi africani che sono alla base della musica cubana. La rassegna si chiude martedì 25 luglio sulle note del Play Verdi Quartet con Nicola Puglielli alla chitarra, Andrea Pace al sax, Piero Simoncini al basso e Massimo D'Agostino alla batteria, con una originalissima rivisitazione in chiave jazz di celebri pagine dalle opere di Giuseppe Verdi, quasi una dedica finale alla piazza che ospita questa nuova programmazione dell'estate bolognese.

Sempre nell'ambito di Comunale Music Village e di “Best - La cultura si fa spazio”, proseguono anche gli appuntamenti gratuiti  alle 21.30 nella splendida Terrazza del Teatro, con il sound brasiliano del gruppo As Madalenas, in programma venerdì 21; la serata di lettura-concerto per “I lunedì letterari di ABC”, con Gabriele Via e Guglielmo Pagnozzi che commentano l’atto unico di Luigi Pirandello L’uomo dal fiore in bocca, lunedì 24; due giovani cantautrici come Roberta Giallo, che ha collaborato – tra gli altri – con Lucio Dalla e Samuele Bersani, mercoledì 26, e Sara Loreni, celebre anche per il “gran rifiuto” a partecipare a una recente edizione del talent televisivo “X Factor”, pur essendo stata scelta da Elio, venerdì 28 fino all' ultima serata di sabato 29 in cui il Jazz torna protagonista con CORdas e la voce di Alessia Obino.

La Terrazza sarà aperta al pubblico tutte le sere di luglio dalle ore 19.00 all'1.00 – anche quando non sono previsti eventi – con un servizio di bar e ristorazione.