Cambiamenti clima, un processo partecipato per capire come proteggere Bologna

21 Novembre 2013

Individuare 6 progetti pilota per rendere Bologna meno vulnerabile al mutamento climatico. È questo l’obiettivo finale del processo partecipato organizzato nell’ambito del progetto LIFE+ BLUE AP-Bologna città resiliente, per definire il Piano di adattamento al cambiamento climatico per la città. L’iniziativa è coordinata dal il Comune di Bologna, a cui si affiancano Kyoto Club, Ambiente Italia e ARPA Emilia-Romagna. 

Il progetto prende il via martedì 26 novembre alle 17 al quartiere Santo Stefano, con un incontro  rivolto a tutti i rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni di categoria presenti sul territorio, alle associazioni ambientaliste e dei consumatori, a imprese e cittadini. Obiettivo dell’incontro è illustrare le principali criticità presenti a livello locale, ovvero gli effetti del cambiamento climatico già in atto sul territorio e ben individuati nell’ambito del progetto.

Questa prima fase di coinvolgimento vede lo sviluppo degli stessi temi su 3 settori differenti, attraverso 3 incontri tematici: uno sul Settore agricolo, uno sul Settore civile e uno sul settore industriale e dei servizi.

La seconda fase, che prenderà inizio a gennaio 2014, grazie a 3 focus group intersettoriali, offrirà un approfondimento su specifici aspetti relativi agli effetti del cambiamenti climatico, con l’obiettivo di definire delle misure utili all’attuazione del Piano di adattamento. 

La terza fase, che inizierà a marzo 2014, avrà l’obiettivo di identificare 6 progetti pilota, che renderanno la città meno vulnerabile al mutamento climatico, che saranno realizzati a livello locale e in collaborazione con enti e imprese presenti sul territorio.

Bologna sarà la prima città in Italia ad avere gli strumenti per affrontare la sfida del cambiamento climatico, ritenuta ormai una priorità a livello europeo e nazionale.

Il lavoro di pianificazione e sperimentazione, svolto con BLUE AP nella città di Bologna, permetterà infatti l’individuazione di linee guida per la definizione di analoghi Piani di Adattamento, che potranno essere adottati da tutte le città italiane di medie dimensioni. 

Per partecipare scrivere a ambientecomune@comune.bologna.it